martedì 27 settembre 2011

ESPERIENZE DI VITA


ESPERIENZE DI VITA



Le ESPERIENZE DI VITA generano riferimenti molto importanti per le relazioni sentimentali e per la SEDUZIONE.
I riferimenti sono tutte quelle esperienze della nostra vita che abbiamo memorizzato
all’interno del nostro sistema nervoso, tutto ciò che abbiamo visto, sentito, toccato, gustato,
annusato e che abbiamo riposto in quel gigantesco archivio che è il nostro cervello.
Alcuni riferimenti vengono raccolti consapevolmente altri inconsciamente.
I nostri riferimenti a volte vengono distorti, cancellati, generalizzati via via che vengono
inseriti nel sistema nervoso.
I riferimenti costituiscono i mattoni con i quali sono costruite le nostre credenze, le nostre
regole ed i nostri valori.
Più sono numerosi ed importanti maggiore è il nostro potenziale livello di scelta.
Potenziale in quanto dobbiamo imparare ad organizzarli in modo che ci rafforzino.
Lo stato d’animo in cui ci troviamo determina quali riferimenti possiamo avere a
disposizione.
Se siamo in uno stato di apprensione sembra che ci vengano alla mente solo i riferimenti
che abbiamo associato a stati di apprensione del passato.
Ovviamente le nostre credenze non sono determinate solo dai nostri riferimenti ma la nostra
interpretazione di essi ed il modo in cui li organizziamo.
Dentro di noi abbiamo riferimenti sufficienti a sostenere qualsiasi idea vogliamo.
Il segreto è di amplificare i riferimenti disponibili nell’ambito della nostra vita.
Bisogna ricercare consapevolmente delle esperienze che allarghino il nostro senso di
identità e di capacità di organizzare i nostri riferimenti in modo tale che ci conferiscano
potere.
Un elemento importante per valutare l’intelligenza di una persona è il modo in cui questa
persona usa il proprio tessuto di riferimenti.
Una delle cose che i riferimenti fanno è quella di fornirci una sensazione di sicurezza, per
esempio saremo turbati se vedessimo un libro che si alza e vola ?
Sì per il semplice fatto riferimenti per una cosa del genere.
Bisogna imparare ad interpretare consapevolmente i nostri riferimenti in modo che ci
aiutino a raggiungere i nostri obiettivi, senza lasciare che, inconsciamente, il nostro cervello
si agganci ad esperienze individuali per le quali non abbiamo un punto di forza; in questi


casi nascono credenze del tipo del tipo “tutti ce l’hanno con me”, oppure “ogni volta che
tento qualcosa vengo messo al tappeto”.
I nostri giudizi (su ciò che è bello, che è brutto, che è giusto o sbagliato, ecc.) dipendono
dai nostri riferimenti e da come li usiamo.
I riferimenti non dipendono solo dalle esperienze che abbiamo effettivamente vissuto ma
nascono anche dall’immaginazione, possono essere presi in prestito da altri attraverso
emulazione, libri, film, corsi, ecc.
Possiamo anche ricorrere a nuovi riferimenti per motivarci, per spronarci anche se le cose
vanno già bene.
Se da un alto è vero che per male che vadano le cose c’è qualcuno a cui vanno peggio è pur
vero che anche se le cose vanno bene c’è qualcuno a cui vanno meglio.
La possibilità di avere nuovi riferimenti per elevare i nostri standard non ha limiti.
C’è sempre spazio per pensare più in grande, allargare i limiti, immaginare
l’inimmaginabile.
Riferimenti limitati creano una vita limitata, per migliorare la nostra vita, elevare i nostri
standard dobbiamo cercare consapevolmente di ampliare i nostri riferimenti, cercare di fare
esperienze che non abbiamo mai avuto prima.
Di quali esperienze abbiamo bisogno?
Una buona domanda potrebbe essere:
“Quali riferimenti mi occorrono per avere veramente successo al massimo livello”.
Una volta trovato un elenco di riferimenti da acquisire bisogna decidere il momento in cui ci
si dedicherà ad ognuno di essi, e dedicarcisi.

Nessun commento:

Posta un commento