sabato 8 ottobre 2011

PERCHE' GLI AMORI FINISCONO



PERCHE' GLI AMORI FINISCONO

PERCHE' GLI AMORI FINISCONO?


Le motivazione sono moltissime.
E' importantissimo per ognuno raggiungere i propri obiettivi di crescita ed ognuno è responsabile dei propri progressi. Se uno o entrambi i partner diventano un peso o un ostacolo per l'altro allora è opportuno riporre le proprie speranze in una nuova relazione.
Il magico potere dell'amore e della SEDUZIONE è nella carica di energia che dona, provare desiderio è in ogni caso una sferzata di vitalità. Goditi e emozioni che ti regala, sganciandole dall'oggetto della tua passione

Non siamo mai felici. Ce ne rendiamo conto tutte le volte in cui, guardandoci dentro, sentiamo che nella nostra vita manca qualcosa; quel "quid" di così bello, eccitante e "speciale" che riesca a rinfrancarci da stress, amarezza, preoccupazioni, solitudine e malinconia. E possa illuderci di essere felici.
L'amore si fà sentire con forza, e spesso si manifesta prendendo la forma della convinzione che la persona che abbiamo di fronte sia speciale in quanto in lei la nostra anima può specchiarsi; l'amore è narcisismo: i sensi perdono la strada quando incontrano il loro riflesso in un'altra persona. Ma se così è, allora come si spiega il fatto che gli amori giungono ad una fine spesso irreparabile? E' vero, le inclinazioni e gli interessi cambiano, ma non può mutare tout court il carattere di un individuo, a maggior ragione se questo mutamento si può rivelare così radicale da far apparire come punti di dissonanza tra i partner quelli che un tempo erano stati i tratti morali capaci di farci perdere la testa. Forse dovremmo pensare più spesso al fatto che la persona che stiamo per lasciare è la stessa che ci ha fatto innamorare, che ha creato nel nostro cuore ricordi troppo belli per essere trasformati in malinconia, e con la quale fino a ieri volevamo vivere per sempre.

Nell'animo umano agiscono impulsi contrastanti che creano dubbi, dilemmi, e portano ad agire in modo contraddittorio. Due di queste tendenze che possono entrare in conflitto, rappacificarsi, o scontrarsi di nuovo nel corso della nostra vita sono la sessualità e l'amore. Non sempre ce ne rendiamo conto perché sessualità ed amore ci si presentano spesso fusi, oppure perché in molti casi l'amore sboccia dalla sessualità. Solo nell'innamoramento sono totalmente fusi. Il conflitto fra sessualità e amore può presentarsi anche all'interno di un amore solido, duraturo, che nessuna forza reale minaccia. Perché il desiderio sessuale non si identifica mai completamente con quello amoroso, soprattutto nel maschio. L'amore diventa dedizione, tenerezza, responsabilità, cura. Ma la sessualità può apparire improvvisa, come impulso vitale, manifestazione elementare della vita e della vitalità».

 la fine di un rapporto non è necessariamente un fallimento ma anzi può essere visto come il sintomo di un processo che ha concluso il suo iter e da cui usciamo migliori di quando lo abbiamo iniziato “ nonostante...il dolore della separazione, ogni rapporto vanta ragioni buone, legittime e persino necessarie per concludersi e la sua fine coincide invariabilmente con il completamento degli obiettivi di crescita personale.”;
 le relazioni non sono eterne ma è possibile vivere più storie d'amore nel corso della propria vita e ognuna di queste contribuirà ad un pezzo della nostra crescita.

Ci sono crisi precoci e crisi tardive. Le prime di solito avvengono per due motivi: o perché il legame non era un vero innamoramento ma, per esempio, un'infatuazione che scompare con la quotidianità o perché l'innamoramento non è stato elaborato fino a creare un progetto comune di vita, cosa molto frequente fra i giovani di oggi. La crisi tardiva è dovuta all'evoluzione divergente. Sono argomenti di cui ho trattato a lungo ed estesamente nel mio libro "Ti amo"».

Nessun commento:

Posta un commento