domenica 13 novembre 2011

AMORE E FISICA QUANTISTICA


AMORE E FISICA QUANTISTICA



AMORE E FISICA QUANTISTICA sono collegati, in quanto la fisica quantistica può essere applicata a tutte le aree della vita compreso percezione, AMORE  e SEDUZIONE.
Fisica quantistica come elaborato di tecniche di seduzione.
La fisica quantistica è un insieme di teorie formulate nella prima metà del ventesimo secolo, che descrivono il comportamento della materia a livello microscopico, andando a spiegare quei fenomeni che la fisica classica non riusciva più a comprendere.
La fisica quantistica, infatti, elimina la precedente distinzione tra particelle e onde: un sistema quantistico presenta le caratteristiche tipiche delle onde, ma nel momento in cui viene misurato, o anche solo osservato, assume le caratteristiche di un insieme di particelle (quanti) (dal latino quantum, quantità, da cui il nome della teoria).

Questa proprietà risulta sconvolgente, dato che presuppone che la realtà sia un insieme di possibilità potenzialmente infinite, che solo l’interpretazione può determinare e “concretizzare” in fenomeni percepibili dall’uomo. Questo aspetto viene ripreso in ambienti filosofici e spirituali, ad affermare che tutto ciò che l’uomo percepisce non sarebbe altro che una sua creazione.
Secondo il modello quantistico, inoltre, i processi fisici sono discontinui e hanno luogo in forma di salti quantici che, essendo infinitesimali, danno l'illusione di un mondo in cui i cambiamenti avvengono in modo molto regolare e continuo.

Alcune scoperte della fisica quantistica sono sconcertanti. Se andiamo oltre la loro interpretazione dal punto di vista puramente scientifico/matematico e proviamo a considerarle per le implicazioni che possono avere nell’esperienza di vita quotidiana, chiunque – anche l’individuo più razionale – può trarne una grandiosa possibilità: quella di accorgersi sia di quanto la Realtà sia “elastica” e “malleabile” sia di quanto sia grande il potere che ha su di essa.

Chiunque può allora sviluppare, anche utilizzando la sua razionalità, la sua capacità, molto spirituale, di guidare con la propria volontà le esperienze che vive e vivrà nel suo futuro.

Anche il solo accorgersi di avere un potere può avere effetti potentissimi. E’ un potere che chiunque sia vivo e in grado di pensare possiede e utilizza sempre, in genere maldestramente perché è inconsapevole di averlo. Lo applica ogni volta che crede o che pensa a qualsiasi cosa, bella o brutta.

E’ il proprio l’uso inconsapevole e maldestro del proprio potere sulla Realtà a portare un individuo che potrebbe essere potenzialmente illuminato dalla Gioia assoluta a vivere tristemente.
La scienza ci dice che tutti gli universi, tutta la materia di cui siamo composti e che compone ogni cosa che possiamo vedere e toccare è energia. La fisica quantistica, la fisica che studia  i quanta (i mattoncini di cui è composto l'universo) lo ha dimostrato da oltre un secolo: la materia esiste solo in relazione ad un osservatore che catalizza le onde di energia in forme localizzate nello spazio.
La fisica quantistica ha dimostrato il secolo scorso che è la nostra osservazione, la nostra attenzione a creare l mondo fisico così come lo conosciamo.
Qualcuno potrebbe obiettare che in fondo si parla solo di teorie, che quando picchia la testa contro il muro, prova dolore ed è un dolore reale. In effetti ciò che caratterizza la fisica quantistica per l'uomo comune è che si tratta di una scienza molto astratta, lontana dal nostro vissuto di tutti  giorni.
E' per questo che ho accolto con entusiasmo le ultime scoperte di Bruce Lipton.  Lipton è uno scienziato, un biologo che sta rivoluzionando tutte le teorie su cui si è basata la biologia degli ultimi decenni.
Recentemente. con le sue scoperte Lipton ha dimostrato che ciò che determina la vita di qualsiasi essere vivente non è tanto il suo DNA, quanto il sistema di credenze memorizzato nell'Inconscio.
Questa scoperta è sensazionale perché porta le teorie della fisica quantistica sul piano della quotidianità. Ciò che determina la nostra felicità o infelicità, la nostra salute o i nostri rapporti, non dipende dai geni che abbiamo ereditato, dipende invece da come percepiamo il mondo esterno. Da come il nostro bagaglio di credenze inconsce interpreta la realtà oggettiva che percepiamo, ci ammaliamo o stiamo bene, siamo felici piuttosto che tristi, attiriamo gioia piuttosto che ansia e preoccupazioni.
Dal punto di vista della fisica quantistica, ad ogni pensiero o immagine mentale
corrisponde una particolare frequenza energetica che trova la sua corrispondenza, o
affinità vibrazionale, con una determinata zona del corpo; è attraverso questa
prospettiva energetica che trova riscontro la teoria della specificità d’organo. Questa
visione sembra oltretutto trovare riscontro nelle più recenti scoperte compiute in
ambito biochimico dalla Perth, la quale ha accuratamente studiato la sottile
interazione esistente tra mente, sistema nervoso, sistema endocrino e sistema
immunitario, giungendo sostanzialmente a confermare la realtà energetica dell’essere
umano e la sua indissolubile unità mente/corpo.
Il paradigma energetico permette di comprendere la natura dei fenomeni che
costituiscono la base di ogni interazione umana, come il transfert, il controtransfert e
il tele. I miglioramenti e i cambiamenti che si verificano durante un processo


di crescita  trovano spiegazione attraverso una precisa modalità energetica che riesce
ad instaurarsi trale persone, denominata risonanza, strettamente
collegata alle qualità personali come l’onestà, la sincerità e la disponibilità, che già
molti autori, tra cui Ferenczi e Bion, avevano precedentemente individuato. Tale
modalità corrisponde ad un sottile allineamento dei due campi energetici, nel quale il
campo più disequilibrato del paziente potrà trarre vantaggio 


ECCO I FONDAMENTALI DI AMORE E FISICA QUANTISTICA


  • La realtà è soggettivaIl mondo reale dipende dall’osservatore e dagli strumenti impiegati per osservare

  • Il mio pensiero ed i miei sistemi di credenze inconsce determinano la realtà che creo e che vedoLa mia vita è il prodotto di ciò che sono dentro

  • Io sono il creatore della mia realtà
    Non sono vittima del mondo che mi circonda, sono io l’artefice della mia vita

  • Il peggior “nemico” di me stesso sono ioMi attiro persone e situazioni che razionalmente non voglio, ma che rispecchiano le mie programmazioni interiori inconsce
 Niente può essere certo, tutto è solo più o meno probabile e/o possibile.

*Quello che determina che cosa si manifesta (attualizza) è l’interazione/osservazione.

*La Materia è fatta sia di energia sia di particelle sia di onde sia di niente, tutto insieme.

*E’ impossibile isolare/separare un sistema da chi lo osserva (e dal resto della realtà…).

*Lo spazio e il tempo sono variabili relative a chi li vive localmente.

*Una struttura della materia può condizionare il comportamento di un’altra struttura della materia istantaneamente e a qualsiasi distanza nello spazio, avvalendosi solo di se stessa (entanglement)

  • Solo io e nessun altro posso condizionare la mia realtàSe ciò accade è perché inconsciamente acconsento e lo permetto

  • Io ho il potere di modificare la mia realtàTrasmutando ciò che sono dentro posso modificare la mia vita



Le credenze inconsce hanno il loro potere nell'emozione cui sono associate. Se ad esempio abbiamo paura di amare e di essere amati perché delle esperienze negative ci hanno portato a credere che “tutti gli uomini sono cacciatori, inaffidabili e pronti a lasciarti per una più giovane di te”, a questa credenza è associata l'emozione del dolore e della paura. E' questa paura che adesso ci impedisce di avere nuove storie d'amore. E' questa paura che sta creando la nostra realtà. Questa è la Legge dell'Attrazione.

Nessun commento:

Posta un commento