martedì 1 novembre 2011

IL GIOCO DELLA SEDUZIONE


IL GIOCO DELLA SEDUZIONE



IL GIOCO DELLA SEDUZIONE è il gioco della vita.

Sempre, ogni nostro atto o mancanza di tale è una comunicazione.
La comunicazione diventa SEDUZIONE quando produce coinvolgimento.
L'uomo è una creatura omeostatica perciò quando qualcosa cambia, il
dato del cambiamento viene inviato al sistema omeostatico per
aiutarlo a mantenere lo status quo. L'inconscio è come il messicano
seduto al sole, l'unico motivo perché si muove e per andare a
mangiare o bere qualcosa nella "cantina" o per togliersi un
moscerino dal naso, altrimenti resta lì imperterrito.
Per comunicare efficacemente bisogna conoscere l'uomo e i suoi
problemi.
E' solo sollecitando le sue esigenze che si riesce a distoglierlo
dal guardarsi l'ombelico, in senso figurato.
L'uomo comunica solo per appagare i propri bisogni,tra questi bisogni c'è anche quello di SEDUZIONE e di successo sentimentale
L'emotività conserva la sua energia e non lo spreca per nulla di non
essenziale. Infatti una volta impostata è come la bussola
giroscopica, ovunque tu vada continua a puntare sempre nella stessa
direzione anche contro delle forze abbastanza sollecite.
L'uomo non cerca il piacere, fugge dalla sofferenza.
In realtà fa entrambe le cose ma tra il scegliersi un piacere e
allontanarsi dalla sofferenza, quest'ultima è la scelta spontanea.
L'uomo ricorda le sofferenze più facilmente dei piaceri.
Questo perché la sofferenza è indice di un pericolo per la
sopravvivenza e proprio per questo la memoria dei pericoli permette
in futuro di evitarli (o nel case di carenza emotiva cercarli!)
Ogni comportamento è comunicazione.
Ogni comportamento è un dato.
Non si può non comunicare.
Anche il non comportamento è un dato!
Ogni volta che comunichiamo, modifichiamo il modo in cui il nostro
interlocutore ci considera.
La nostra comunicazione interagisce con i modelli comunicativi ed
esperienza all'interno del nostro interlocutore. Questo fatto ci
permette di cambiare come ci interpreta e come comunica con noi
qualsiasi persona.
Non esistono fallimenti, esistono solo risultati. 
A Edison fu chiesto da un giornalista come ci si sentiva di aver
fallito 10.000 volte prima di imbroccare la strada giusta per
l'invenzione della lampadina elettrica. La sua risposta era "Non ho
fallito, ho trovato 10.000 modi in cui non funzionava." Se pensi di
aver sbagliato, perciò, niente panico, solo la morte è irreversibile.
"Perché?" è la domanda più costosa (ed inutile) della Terra.
Chiedete sempre "Come fare per?"
Il modo per risolvere un problema si ha con il come, il tempo si
perde nello scoprire perché, per esempio la psicanalisi ti dice il
perché, ammesso che sia veritiera. Ma ora che te la dice la "causa",
ci si guarisce? Non proprio. 4 anni di fatica e spesa e niente da
dimostrare se non un'illuminazione sul perché hai il problema che
continui dopo 4 anni ad avere!
L'inconscio non conosce la negazione!
La negazione è una funzione logica perciò "non farlo" per
l'inconscio = "fallo", se devi comunicare con l'inconscio, meglio
essere propositivo su un fatto DIverso che negativo sul fatto verso,
ossia al posto di "non toccare il vaso" è meglio "tieni le mani
ferme" oppure "tocca il muro"
REGOLE DI SEDUZIONE
1.Comunicate sempre con un obiettivo in mente!
Consuma energia emotiva e mentale comunicare perciò se lo fai a
vanvera sprechi le tue risorse.
2.Lo scopo della tua comunicazione è di darti un esito!
Quindi non comunicare fine a sè stesso, usa il dato dell'esito per
imparare qualcosa sulla comunicazione anche se l'esito non è quello
desiderato.
3.La SEDUZIONE  è divertente! Se non lo sembra, hai
sbagliato qualcosa
I nostri simili sono i nostri compagni di gioco, se invece pensi che
sia una cosa seria e ti ci perdi nella sua presunta serietà, allora
stai andando sulla strada della mania del controllo.

Nessun commento:

Posta un commento