sabato 26 novembre 2011

LA FORZA DELLE EMOZIONI


LA FORZA DELLE EMOZIONI


LA FORZA DELLE EMOZIONI non può essere compressa ma per portare al successo deve essere gestita e canalizzata.
Dal punto di vista funzionale si distinguono quindi due emisferi del nostro cervello ossia quello sinistro, sede della nostra parte conscia che sovraintende ai processi razionali, logici ed analitici e che costituisce la cosiddetta memoria a breve termine e l’emisfero destro, sede invece della nostra parte inconscia che sovraintende ai processi irrazionali nel medio e lungo termine, sede dell’emotività, della creatività e dell’intuito di ogni individuo.
Questa importante differenziazione del nostro cervello ci dice che ognuna delle due nostre mezze “mele” si esprime e si “nutre” in maniera del tutto differente. Infatti la sfera razionale si esprime attraverso la parola e la logica e si “nutre” di pensieri svolgendo pienamente la sua funzione principale quando formula pensieri, comunicati verbali, concetti e risposte.
Dall’altro lato abbiamo la sfera emotiva che si esprime attraverso le immagini, il colore, l’intuito, la creatività, l’istinto e la passione e viene alimentata dai sentimenti, dall’irrazionalità, dalla comunicazione non verbale e dai nostri sensi.
Ogni emisfero pertanto possiede “un codice e un linguaggio” di comunicazione proprio e specifico per il compito a cui è destinato ma devi sapere che il potere decisionale non è distribuito in maniera equivalente tra i due emisferi.
Quello che stò per dirti forse ti sconvolgerà non poco e ti sembrerà assai strano ma ancora una volta gli studi medico-scientifici ci supportano e hanno dimostrato quello che stò per dirti.
E’ stato infatti dimostrato ampiamente che ogni singolo emisfero guida in maniera assai differente le nostre azioni ed in particolar modo l’emisfero destro ossia quello emotivo riesce ad elaborare di gran lunga un maggior numero di processi rispetto all’emisfero di sinistra, giungendo addirittura a guidare ed influenzare il 95% circa di tutte le nostre azioni e solo un 5%-7% viene influenzato dalla parte conscia.
Da questa importante differenza strutturale che esiste nel nostro cervello, ti starai adesso rendendo maggior conto di quanto sia importante imparare sia l’alfabeto che la grammatica di questo linguaggio simbolico che ci consente di comunicare in maniera efficace con la sfera emotiva della persona che ci interessa.
Nessun uomo è un’isola. Per ottenere i risultati che desideriamo, 
occorre rapportarci agli altri. Nessun settore come la 
comunicazione risente delle nostre credenze personali. Chi 
ha una concezione religiosa cercherà di rapportarsi in modo 
altruistico. 
Chi ha mete ambiziose negli affari e nelle pubbliche relazioni 
sarà portato ad attuare modalità di comunicazione più strategiche, 
talvolta manipolative. 
Non è fuori luogo raccomandare al gentile lettore di avere ben 
chiari gli obiettivi che si prefigge nella vita, prima di addentrarsi 
nello studio di una materia complessa come la seduzione
Ne deriva che esistono tanti tipi di comunicazione quante 
possono essere le credenze e gli aspetti motivanti nella vita di 
ciascuno. Non esiste un unico modo di rapportarsi a se stessi 
e agli altri. 
chi e' attratto dalla seduzione o dal successo economico, è meglio che 
assuma la consapevolezza che la comunicazione è, assai spesso, 
un gioco di parti.

Questa comunicazione efficace con la sfera emozionale della persona ha due grossi vantaggi, il primo è che una volta che siamo entrati in contatto con la parte più genuina dell’individuo, basterà amplificare sempre più la sua emotività per creare innamoramento e attrazione, il secondo è che la comunicazione emozionale è molto più persistente nel tempo rispetto a qualsiasi altra comunicazione verbale ossia resiste più a lungo nel tempo e viene impressa con più vigore in profondità.
 Nella seduzione capiterà spessissimo di incontrare individui 
umanamente sgradevoli e maleducati, ma terribilmente 
attraenti. 
Molta gente trascina rapporti logori, inappaganti, pur di non 
dover rientrare da singles nello spietato mercato dell’amore, 
dove si incontra di tutto. 
in amore si fatica ad uscire da schemi rigidi. 
Numerosi uomini non hanno pazienza e si indispongono all’idea 
di corteggiare una ragazza in modo galante. Viceversa, molte 
donne pretendono che chiunque esca con loro stia alle loro 
regole, che non sono disposte a rivedere. 
Il risultato, in entrambi i casi, è la solitudine o la costante 
delusione. 

Nessun commento:

Posta un commento