lunedì 9 gennaio 2012

LA CHIAVE DELLA FELICITA'


LA CHIAVE DELLA FELICITA'


La chiave della felicità è dentro noi stessi.
comprendere ciò permette di sviluppare la capacità di attrarre amore.
per trovare la chiave della felicità dobbiamo applicare a noi stessi le regole della seduzione, conquistando la nostra sfera emotiva.

La prima chiave è la Conoscenza.
La conoscenza è il deterrente numero uno contro la paura.
La paura paralizza e impedisce di andare avanti.


A questo punto c’è la chiave di tutto: non è importante la stagione in cui ti trovi, non è questo che determina i tuoi successi.
La cosa importante è come tu reagisci alla stagione!
In ogni stagione si nasconde un’opportunità, bisogna soltanto trovarla.
Questo discorso deve farti riflettere anche sulla ciclicità della vita: questo che è un macro-schema, può ripetersi anche in lassi temporali minori che sono frattali di esso

Fare la cosa giusta significa lasciare stare i "ma" e i "perché", si fa e basta, perché è giusto così.
Fare la cosa giusta significa essere autentici e rimanere fedeli ai propri valori – non si guadagna solo rispetto di sé stessi e autostima, ma la propria vita. Questo vale un mondo intero, molto di più che il giudizio dell'altro.
Tutti noi abbiamo un sensore interiore che ci indica se la cosa è giusta o no, basta ascoltare.
 Riduci il tuo attaccamento alle cose che possiedi. 

Coloro che sono fortemente attaccati ai propri beni materiali in genere finiscono per trovarsi in grossa difficoltà psicologica quando perdono tali cose. E' forse un luogo comune, ma ciò che possiedi finisce inevitabilmente per possederti. Prova a ridurre al minimo le tue esigenze materiali e sarai ancor più felice.

 Diventa uno sperimentatore.

Se vuoi essere felice diventa uno sperimentatore, osserva il  mondo, le persone, ogni piccolo dettaglio . Prova cose nuove,nuovi comportamenti e nuove azioni , sperimenta il disagio ed evita pensieri limitanti. Sperimenta ambienti, persone e sensazioni nuove. La vita felice è l'essenza della sperimentazione. Massimo Taramasco

Impara a focalizzarti soltanto sul presente.

Che il passato non possa essere cambiato è cosa ovvia, allora perché arrovellarcisi il cervello? Usa il passato soltanto per comprendere come non ripetere errori che hai commesso, ma per il resto lascialo andare, non tornerà più in vita. Il futuro, d'altro canto, non è altro che il risultato di ciò che compi oggi, nel presente, in questo preciso istante. Vivi nell'oggi, qui e ora. Il momento presente è l'unico che conta, non lasciartelo sfuggire.
Impara a perdonare.

A cosa servono l'odio e il rancore? Il perdono è l'arma migliore a nostra disposizione per stare bene con noi stessi e con chi ci è vicino. Tutti noi commettiamo errori e serbare rancore per gli sbagli altrui non è di aiuto a nessuno. Rimanere astiosi e arrabbiati verso qualcuno contribuisce a creare il nostro malessere, mentre il perdono è un meraviglioso strumento in grado di donarci sollievo e benessere, lasciandoci alle spalle i rancori del passato.
Quando ti trovi in disaccordo con le persone a te care, affronta soltanto il problema attuale, senza tirare in ballo il passato.


Nessun commento:

Posta un commento