sabato 21 gennaio 2012

LINEA DEL TEMPO


LINEA DEL TEMPO





LA LINEA DEL TEMPO è il modo con cui organizziamo le memorie.

Perchè conoscere la linea del tempo
Per applicare la SEDUZIONE su se stesi rivolta al benessere esistenziale.
Ci sono due modalità di percepire il tempo, o esser immersi nel tempo o attraversare il tempo.
È possibile che le due linee del tempo convivano nella stessa persona ma siano usate
alternativamente a seconda delle situazioni e questo è molto positivo per avere
equilibrio ed al tempo stesso flessibilità comportamentale.
Dopo aver distinto queste due tipologie , che sono facilmente riconoscibili dal
comportamento essendo l’una l’opposto dell’altra, possiamo considerare in che modo
utilizzare queste informazioni.
Prima di tutto è bene conoscerle per comunicare meglio perchè si possono prevedere
le reazioni degli interlocutori agli stimolo offerti.
Per esempio se avete appuntamento con un professionista e notate che vi fa attendere,
c’è rumore e confusione nello studio e per scusarsi del ritardo inizia ad elencare tutti i
problemi
che ha avuto, allora è un persona In time.
Se invece vi fa attendere pochissimo, ha lo studio tranquillo ed ordinato, è molto
formale e serio quando vi ascolta è una persona Through time.
Conoscere la linea del tempo è anche molto importante per decidere di cambiarla in
un contesto dove può essere vantaggioso.
Ad esempio è importante essere through time per progettare il futuro, per andare a
cercare le risorse, sbloccare i problemi, curare i dettagli essere professionali, cioè per
tutto quello che riguarda la progressione ed il miglioramento della propria vita.
È invece importante essere in time per vivere la vita essendo consapevoli di ogni
momento bello e rigenerarsi in esso, per essere focalizzati in caso di difficoltà, per
trasformare i momenti difficili in qualcos’altro, per uscire dagli schemi abituali.
Le persone attraverso il tempo custodiscono le proprie memorie in particolari
scomparti che rappresentano la sintesi delle esperienze come felicità, infelicità,
tristezza, motivazione, apprendimento, ecc.,quindi è molto importante alimentare
continuamente gli scomparti positivi, usando creativamente la capacità di
trasformazione.
È molto importante essere in grado di modificare la propria linea del tempo a seconda
del contesto o della situazione.
Per prendere le decisioni è meglio essere trhough time, essere dissociati e tenere sotto
cpntrollo tuaa la situazione, per attuare le decisioni, per viverle è invece opportuno
esser in time.
Schema operativo per operare con la time line per risolvere i problemi:
1) Creare rapport
2) Individuare il problema
3) Linea del tempo
a) estrazione della linea del tempo


b) utilizzo della linea del tempo
1) Rapport:
Si ottiene effettuando ricalchi sul cliente o su se stessi
2) Individuare il problema:
Si devono evitare le etichette.
Bisogna osservare il cliente prestando attenzione a cosa fa, come lo fa, quando lo fa.
3) Linea del tempo:
a) Estrazione della linea del tempo:
Primo modo:
La frase seguente tende a predisporre il cliente all’estrazione (elicitazione):
“tu sai che alcune persone dicono di avere sempre il passato davanti ai loro occhi;
altri dicono che invece il loro passato è dietro le spalle, altri ancora dicono che il
passato è sotto di loro; se tu dovessi indicare una direzione per il tuo passato, quale
indicheresti, indicamela spontaneamente con il dito”.
( il cliente indica con il dito)
“E il tuo futuro dov’è”
Secondo modo:
Pensa a qualche cosa che hai fatto ieri, ci sei? (si). Pensa ora a qualche cosa che
farai domani, ci sei ? (si). Noti che ci può essere una differenza in posizione tra
l’immagine di ieri e quella di domani?
Se il cliente risponde si l’operatore chiede di specificare questa differenza:
Qual’è questa differenza
Se il cliente risponde no, l’operatore prosegue come segue:
Se tu dovessi mettere le due immagini come due fotografie nello spazio, come le
metteresti? Quale metteresti prima, quale metteresti dopo, le metteresti una a destra
e una a sinistra o una sopra e l’altra sotto o altro ancora?
b) Utilizzo della linea del tempo
Il passato vive nel presente, con la linea del tempo andiamo nel passato e risolviamo
la causa della sensazione presente.
il fiume:


Se noi sporchiamo l’acqua in un punto, tutto il tratto successivo sarà inquinato:
torniamo indietro ad evitare che il fiume venga inquinato.
La collana di perle:
Gli avvenimenti della vita sono legati come le perle di una collana di perle:
se togliamo la perla iniziale cadono fuori anche le altre.
Con la time line eliminiamo la perla iniziale
Come individuare l’evento iniziale:
Operatore: “C’è qualche evento che tu pensi che, se non ci fosse mai stato o fosse
eliminato farebbe si che tu non avessi questa sensazione?”
Il cliente lo sa, passare quindi alla fase successiva
Il cliente non lo sa:
Operatore: “E se lo sapessi? Prova a dire un’età spontaneamente”
Metodo:
1) Salire sopra la linea del tempo
2) Andare sopra l’evento originario e prendere l’insegnamento che questo evento ci
fornisce
3) Andare prima dell’evento originario
4) Andare sopra all’evento e lasciare andare la sensazione negativa mantenendo
l’insegnamento.
5) Tornare fino al presente lasciando andare tutte le sensazioni negli avvenimenti
successivi.
6) Controllo e ricalco sul futuro
In pratica:
1) Sali sopra la tua linea del tempo
2) Vai sopra l’avvenimento e prendi quello che ti può insegnare questa situazione.
Dimmi si quando hai trovato l’insegnamento.
Quando il cliente risponde si proseguire così:
Che insegnamento è
Controllare che sia un insegnamento positivo
Metti questo insegnamento nel posto dove metti tutti i tuoi insegnamenti
3) Vai prima dell’avvenimento. Dov’è la sensazione? Non c’è?


Il cliente risponde che non c’è
4) Vieni avanti sull’avvenimento lasciando andare la sensazione e tenendo
l’insegnamento.
L’hai fatto?
5) Vieni ora avanti fino al presente lasciando andare la sensazione e mantenendo
l’insegnamento in tutti gli eventi successivi fino ad arrivare al presente.
Ci sei?
Dov’è la sensazione?
Il cliente risponde che non c’è
6) Vai ora nel futuro in situazioni nelle quali nel passato si sarebbe potuta
manifestare tale sensazione. Dov’è la sensazione?
Il cliente risponde che non c’è.

Nessun commento:

Posta un commento