giovedì 24 maggio 2012

Come superare una crisi di coppia



Come superare una crisi di coppia? o meglio:
come superare le crisi di coppia ed essere felici in amore?
Innanzi tutto identificando la motivazione alla crisi stessa.
Sarebbe meglio cogliere in anticipo i segnali d'amore che indicano che la relazione inizia a deteriorarsi.
Tutte le coppie soffrono sotto una forte pressione di dovere essere armoniose, di non avere problemi o se ne hanno di risolverle in quattro quattr’otto.
La pressione aumenta ancore quando si tratta di un amore segreto
La pretensione che uomo e donna debbano completarsi in modo armonioso come una pentola e il suo coperchio, comporta una pressione ad essere sempre in sintonia.
Quello che invece aiuta a concepire la coppia in maniera più realistica è un passo attivo per concludere tutte le fasi che avete attraversato dall’inizio fino ad ora, come se vi voleste separare.
Le crisi di coppia  si manifestano con una comunicazione difficile, con chiusure, aggres­sività, rifiuti di affrontare e approfondire le difficoltà relazio­nali. Nel frattempo uno dei due mentalmente vagheggia la possibile libertà dal vincolo (avviene una prima immaginazione di separa­zione: di come potrebbe essere la vita senza il legame) e, spesso, in­staura una relazione “privilegiata” con un’altra per­sona, con cui si trova bene, si sente capito, si apre, e con cui inizia a passare del tempo assieme, a scapito del ritorno a casa. Si aggiungono i messaggi del buon giorno e della buona notte, quindi gli incontri furtivi e poi gli scambi d’affettuosità, inizialmente innocenti, sino ad una più in­tima, “profonda amicizia”.


Prevenire le crisi di coppia significa imparare i metodi di rapportarsi al mondo dell'altro sesso.
Comportamenti diversi soprattutto dal punto di vista istintuale sessuale.
 L'impulso sessuale origina ed è alimentato dalla differenziazione tra i sessi, ovvero tra uomo e donna.
Una differenza che si intesse a vari livelli, dapprima biologici e poi comportamentali.
Il cervello si è evoluto in modo diverso tra uomini e donne, affinché essi potessero provvedere, con ruoli diversi, alla sopravvivenza "della famiglia".

Gli uomini dovevano percorrere lunghe distanze, andare a caccia, stare in silenzio per catturare la preda.
Per questo, ancora oggi, il corpo dell'uomo è strutturato con più muscoli, è più scattante, ma meno resistente, rispetto alle donne e resta sua abilità, nonché bisogno, quello di cacciare, rincorrere, scovare e raggiungere un obiettivo. Istinto insito anche nella sua morfologia genitale, atta a penetrare. Tutte queste attività, favoriscono, nell'uomo la produzione di testosterone, che gli dà benessere, solo se presente a livello adeguato. Quando il suo livello è normale, l'uomo è pieno di entusiasmo e si dimostra più premuroso e attratto dalla donna. La sua carenza o eccessività, provoca invece depressione o stress e comunque malessere.

Le donne raccoglievano il cibo nei territori in cui soggiornavano e si occupavano dei figli. Esse formavano forti legami affettivi con le altre donne, dal cui sostegno dipendevano quando gli uomini erano lontani.
Da sempre, il loro ruolo è stato poliedrico, compagne, mamme, amiche, ed innumerevoli sono i loro compiti, tra cui il sostegno emotivo e la cura di se stesse e del loro habitat. Anche nella donna questo retaggio ancestrale è insito nella sua morfologia genitale, atta ad accogliere.
Per questo, ed anche per la funzione della maternità, le donne accumulavano più grasso, nel corpo, ed erano più resistenti. Tutte le attività correlate alla cura, alla pulizia, al contatto, alla comunicazione, alla bellezza, al lavoro di squadra ed alla maternità, provocano, nella donna, il rilascio di ossitocina, l'ormone del benessere femminile e quando esso è presente in quantità maggiore, la donna si sente più dinamica, più felice, più flessibile, più amorevole e prova maggiore attrazione per il partner. 

Come superare la crisi di coppia? Semplicissimo: imparando ad amarsi veramente.
Qualsiasi problema di coppia è sempre superabile se esiste la volontà di entrambi i partner ad amarsi reciprocamente. Se io scelgo di amare e lei sceglie di amarmi, il gioco è fatto! Il problema è che non abbiamo capito che l’amore è una scelta, che l’amore è incondizionato e che confondiamo amore e bisogno.
Le coppie entrano in crisi perché le relazioni mancano di amore reciproco, perché sono nate su aspetti superficiali, perché sono basate sull’egoismo dei partner, perché si sono rette nel tempo sulla dipendenza reciproca: due zoppi che si sostengono a vicenda per non cadere. Solo l’amore può risolvere qualsiasi crisi, solo imparare ad amare in modo autentico può cambiare le cose.
La cosa positiva è che non importa il motivo per cui c’è una crisi di coppia e non conta nemmeno cos’è accaduto in passato in quella relazione: ciò che conta davvero è solo che i due scelgano di amarsi, ogni girono, senza pretendere niente in cambio. Ecco come superare la crisi di coppia, con l’amore.
Basta l’amore a risolvere qualsiasi conflitto o difficoltà, problema o crisi, l’importante è capire cosa vuol dire amare davvero e farne il nostro modo di vivere. Una relazione in cui scegliamo di amare, e confermiamo ogni giorno questa scelta, non ha fine e non consoce crisi, perché l’Amore sopporta qualsiasi tempesta e non crolla mai.


Nessun commento:

Posta un commento