domenica 6 maggio 2012

Innamorarsi o non innamorarsi?


Innamorarsi o non innamorarsi?
Credo che sia utile innamorarsi nel modo giusto per noi senza lasciarsi prevaricare dalle emozioni ma imparando a gestirle
Una citazione afferma che L'amore è una malattia ribelle, che ha la sua cura in se stessa, in cui chi è malato non vuole guarirne e chi ne è infermo non desidera riaversi” (Ibn Hazm)



questo significa che spesso quando si è innamorati , spesso si  mette da parte tutto il mondo. 
Per questo motivo vanno gestiti i desideri e l'innamoramento : per evitare di lasciarsi trascinare da emozioni che possono farci naufragare sugli scogli.


Dobbiamo quindi imparare a fare come fece Ulisse con le Sirene.
Quando Ulisse si fa legare dai compagni all'albero della nave, per poter udire, lui solo, il magico canto delle sirene senza restare vittima di quella pericolosa seduzione, non fa che dare espressione a una dimensione tipica della razionalità umana: la consapevolezza della propria debolezza di fronte alla mutevolezza del desiderio e all'incalzare delle passioni, la conseguente adozione di tecniche e vincoli in grado di garantire il conseguimento di determinati obiettivi, la capacità di operare anticipazioni e di agire in base a un calcolo logico delle conseguenze.
Il significato simbolico che assume il canto delle Sirene è il comune ostacolo che devono affrontare sia uomini che eroi. Il fatale canto può essere paragonato alle complicazioni e alle sofferenze che devono combattere gli uomini comuni e i grandi eroi ed entrambi avranno difficoltà nell'affrontarli.



Quando invece ci capita di innamoraci di persone sbagliate occorre solo capire dove sia il problema e cercare di darsi un metodo, un percorso fisso per conoscere le persone e riconoscerle per quelle che sono. Se il nostro problema è il non capire benbe come sono le persone, allora dobbiamo imporci di andare con calma con loro, darci del tempo per conoscerle bene, cercando, all'inizio, di disdegnare quella amara illusione che non siamo innamorati di loro.




Il nostro "destino sentimentale" affonda le sue radici nel passato . Sulla linea dello sviluppo emotivo  esistono dei punti critici in cui emergono bisogni fondamentali che devono essere soddisfatti dalla relazione genitore-bambino. . L'innamoramento  assume quindi l'importanza di un segnale privilegiato che permette di capire se il rapporto comprende un progetto di vita o deve essere considerato un'"Illusione d'amore".

Nessun commento:

Posta un commento