martedì 19 giugno 2012

Cosa osservare quando si conosce una persona?




COSA OSSERVARE QUANDO SI CONOSCE UNA PERSONA


Quando si fa una nuova conoscenza è utile sapere cosa osservare, per impostare poi la giusta relazione al fine di produrre coinvolgimento emozionale.
Ovviamente si dovrà sempre tenere conto dei segnali non verbali di coinvolgimento.
Quindi cosa osservare quando si conosce una persona?
Si acquisiscono  i primi dati valutando la personalità del
soggetto attraverso i suoi comportamenti, che 
indicheranno se questo è ESTROVERSO o INTROVERSO.
Questa informazione consentirà di esprimere determinati
atti comunicativi efficaci nei confronti del soggetto, diversi in
rapporto al SESSO.






Anche l'ETÀ può interessare per una prima analisi dei
dinamismi e delle credenze  che statisticamente un individuo
possiede nei diversi periodi della vita.
È utile anche l'analisi dei TRATTI SOCIO-COLTURALI: il
suo tipo di lavoro e di ruolo nell'ambiente o più ampiamente
nella società la classe sociale o il gruppo etnico a cui
appartiene, che potrà risultare frustrante o autorealizzante.
Si dovrà anche prestare attenzione attenzione al MODO
DI VESTIRE del soggetto; il seguire la moda sarà indice di
inserimento nel sistema socio-condizionante, mentre
essere controtendenza delle correnti della
moda, indicherà un soggetto quasi sempre competitivo o
analogicamente provocatorio, quindi  succube di un sistema
anti-sistema.
Anche i COLORI DEGLI INDUMENTI potranno fornire validi
suggerimenti che guideranno l'operatore verso una
classificazione sempre più esatta del mosaico 
del soggetto.
Colori scuri nero/marrone possono indicare una tendenza all'autorità ed un po di egocentrismo, il blu un timore dell'autorità, colori tenui pastello possono indicare la predisposizione a farsi carico dei problemi altrui.
Colori accesi, possono indicare tendenze all'esibizionismo e desiderio di essere al centro della situazione (il che può nascondere insicurezza)
 Estremamente utile anche la
quantificazione dell'ESIGENZA DI RIBADIRE IL PROPRIO
RUOLO (denunciata nel maschio da barba e baffi), dei TIPI
DI GESTUALITÀ A SFONDO RITUALE e della CURA DEL
PROPRIO CORPO.


Ed è sulla base di questi automatismi ed abitudini che si
forma la nuova comportamentistica del soggetto nei
confronti dell'operatore. Grazie a questa indagine si 
potrà valutare se sia necessario assumere la posizione
DOWN o UP.
Potrebbe rendersi necessaria talvolta l'assunzione di un
ruolo fortemente DOWN sul piano logico, affinché la
comportamentistica dell'interlocutore sia complementare.
Con questa procedura si può definire stabilisce quali
possano le esigenze emozionali 
dell'interlocutore, che, se opportunamente  sollecitati,
potranno produrre coinvolgimento.

Nessun commento:

Posta un commento