martedì 26 giugno 2012

La seduzione della forma fisica: strutture differenti






Essere in forma fisicamente aiuta l'autostima ed è una buona esca nella seduzione.
E' importante quindi preparasi fisicamente per sedurre e stare bene.
Gli allenamenti si differenziano in base alla struttura fisica endomorfa, mesomorfa, ectomorfa
Un modo rapido per valutare l’endomorfismo (struttura tarchiata, tendenza ad
ingrassare), mesomorfismo (struttura media, buona capacità di muscolazione ma
tendenza ad ingrassare se alimentazione eccessiva) o l’ectomorfismo (struttura magra
con scarsa tendenza ad acquisire massa) di una persona è esaminare il viso:
o Endomorfo: viso a forma di mela (3 sedute di allenamento aerobico / settimana)
o Mesomorfo: fronte e guance stessa larghezza, viso rettangolare
o Ectomorfo: viso a forma triangolare con fronte larga e mento a punta.
Legge di Brelli e Weber Fick: “La lunghezza delle fibre è proporzionale al raccorciamento
ottenuto dalla loro contrazione, e questo raccorciamento è circa uguale alla metà della
lunghezza delle fibre”. In soldoni, se un muscolo ha delle fibre lunghe 6 cm, si potrà
accorciare di 3 cm; al contrario se si può accorciare di 3 cm, significa che le sue fibre
hanno una lunghezza di 6 cm. Insomma, a forza di lavorare con movimenti incompleti, vi
potreste ritrovare con le fibre muscolari accorciate e tendini più lunghi, limitando il
vostro potenziale di crescita.
• Allungamento completo, accorciamento completo.
Il lavoro muscolare viene effettuato per tutta l’escursione articolare possibile.
Conseguenze:
o Allungamento del ventre muscolare
o Accorciamento dei tendini (pari all’entità di allungamento del ventre
muscolare)
o La lunghezza del muscolo a riposo non varia.
• Allungamento completo, accorciamento incompleto.
Il lavoro muscolare non viene effettuato in modo completo nella fase concentrica
ma solo nella fase eccentrica:
o Accorciamento del ventre muscolare
o Allungamento dei tendini (maggiore dell’entità dell’accorciamento
muscolare).
o La lunghezza del muscolo a riposo aumenta
Es.: soggetto cifotico (spalle avanti) faccio eseguire esercizi per accorciamento
dorsali ed esercizi per allungamento pettorali (panca piana parziale in
allungamento).
• Allungamento incompleto, accorciamento completo.
Il lavoro muscolare viene effettuato in maniera completa solo nella fase
concentrica:
o Accorciamento del ventre muscolare
o I tendini non variano
o La lunghezza del muscolo a riposo diminuisce
Es.: soggetto iperlordotico (eccessivo allungamento addominali e accorciamento
lombari). Soluzione: crunch in accorciamento completo e allungamento incompleto e
lombari in accorciamento incompleto e allungamento completo.
• Allungamento incompleto e accorciamento incompleto
Il lavoro muscolare non è mai completo né in fase di contrazione eccentrica né in
fase di contrazione eccentrica:
o Accorciamento ventre muscolare
o Parziale accorciamento tendini
o Lunghezza del muscolo a riposo diminuisce notevolmente
Questo tipo di esercizi crea un’eccessiva rigidità quindi è sconsigliato. Limita
notevolmente l’ampiezza dei movimenti.
• Preservare sempre il soggetto per non dover interrompere l’allenamento per
infortuni.
• Tra diversi esercizi per un singolo gruppo muscolare, in un atleta evoluto utilizzare
quello che gli viene meglio (con sui realizza i progressi maggiori).
• Per gli atleti cercare di dare esercizi che riproducano il gesto atletico: un ciclista
farà pressa (lui fermo, carico mobile come i pedali), un pallavolista squat. Se
questo non fosse possibile (pallavolista che non può fare squat), fare
trasformazione tra le serie (1 serie pressa e tra le serie balzi per trasformare).

Nessun commento:

Posta un commento