domenica 10 giugno 2012

Parole che seducono



Le parole che seducono fanno parte dei metodi di seduzione indiretta

Tra i modelli linguistici  che utilizzano la parola per sedurre, troviamo
Domande incastrate
Si tratta di dare dei comandi nascosti, posti sotto forma di domanda, nei quali però è già implicita la risposta...
Quella delle domande incastrate è una tecnica ipnotica molto valida per aggirare eventuali resistenze da parte della persona che vogliamo conquistare.
Si tratta di dare dei comandi nascosti, posti sotto forma di domanda, nei quali però è già implicita la risposta.
Proviamo a dire:"mi chiedo/non so/sono curioso di sapere.. se ti stai rendendo conto di quanto appari rilassata e a tuo agio..".
Quindi non si tratta di una vera e propria domanda, quanto di presupporne già la risposta. Si costringe cioè il partner a sentirsi rilassato e a proprio agio.

Domande evocative: sono domande che rievocano stati d'animo intensamente emozionali. Ad esempio: “Ti è mai capitato di provare una profonda emozione per qualcuno? Non so se sai cosa si prova a innamorarsi della persona che hai di fronte. Sai quando ti senti perfettamente a tuo agio? Hai presente quando conosci uno e ti lasci incuriosire dalla sua voce? Come ti senti quando sei davvero soddisfatto? Come ti sentiresti se tu potessi volare in cielo?

Comandi negativi: 
attraverso le parole che utilizziamo quotidianamente ci è possibile lanciare delle suggestioni ipnotiche, molto utili per favorire il conseguimento dei nostri scopi seduttivi. Una di queste, davvero semplice quanto immediata, è la negazione: il nostro interlocutore non la recepirà a livello conscio, ma in modo inconscio, evitandone così il controllo. Ancora una volta l’esempio concreto può chiarire al meglio l’argomento. “Pensa ad un bel vestito di velluto nero a pois bianchi”. A queste parole, il nostro cervello ha elaborato l’immagine del vestito e noi l’abbiamo visualizzata, immaginandone il tessuto e il colore. Ora invece vediamo cosa succede se diciamo “Non pensare ad un bel vestito di velluto nero a pois bianchi”. Assolutamente la stessa cosa: così come prima, il nostro cervello avrà elaborato l’immagine del vestito nero a pois bianchi.


Creare una coazione!
Oggi disponiamo di alcune tecniche di seduzione  che ci permettono di creare una coazione, un legame forzato tra noi e i desideri della persona che vogliamo conquistare.
Per utilizzarla è necessario comprendere il suo modo di rappresentarsi nella mente le cose che desidera ardentemente.
Ad esempio se scopriamo che è una persona golosa di cioccolata, dobbiamo capire in che modo nasce questo stimolo. Può essere che quando pensa alla cioccolata, visualizza una immagine chiara, luminosa e molto grande dei cioccolatini che si avvicina sempre di più, fino a renderli irresistibili.
Allora proviamo a inserire noi stessi in questo contesto. Proviamo a dire: "sai, ora che ti conosco un po' meglio, mi sento sempre più vicino a te, vedo un futuro chiaro e brillante...".
Questo significa ricalcare la sua strategia, e a livello inconscio, la sua mente gli suggerirà che siamo irresistibili!



Nessun commento:

Posta un commento