venerdì 6 luglio 2012

Interazioni nei team e nei gruppi di lavoro





Le interazioni nei team e nei gruppi di lavoro , gestire una riunione commerciale,  sono comportamenti che possono essere studiati dalla "fisica della mente".
Tutte le interazioni umane sono improntate a due aspetti fondamentali - contenuto e processo. Il primo riguarda l'argomento o il compito su cui il gruppo lavora. Nella maggior parte delle interazioni, il centro dell'attenzione di tutte le persone è rivolto sul contenuto. Il secondo aspetto, il processo, riguarda ciò che sta accadendo fra e ai membri del gruppo mentre questo sta lavorando. Il processo di gruppo, o dinamica, riguarda elementi come il morale, la tonalità dei sentimenti, l'atmosfera, l'influenza, la partecipazione, gli stili d'influenza, le lotte per la leadership, il conflitto, la competizione, la cooperazione, ecc. Nella maggior parte delle interazioni, assai poca attenzione viene dedicata al processo, anche quando è la causa maggiore di inefficace azione di gruppo. La sensibilità al processo di gruppo mette in grado la persona di diagnosticare precocemente i problemi del gruppo e di gestirli più efficacemente. Dacché questi processi sono presenti in tutti i gruppi, la consapevolezza di essi accrescerà il valore di una persona per H gruppo e la porrà in grado di essere un partecipante più efficace. Di seguito, proponiamo alcune linee di osservazione utili per analizzare il processo dei comportamento di gruppo.

Partecipazione

La partecipazione alla discussione è un indice dell'interesse del componente ai problemi che il gruppo dibatte.

1. Chi ha partecipato di più?
2. Chi ha partecipato meno?
3. Avete osservato qualche mutamento nel livello di partecipazione (ad es.:
qualcuno che parlava molto è diventato improvvisamente silenzioso e
viceversa? Quali possono essere state le ragioni di questi cambiamenti? )
4. Come si è comportato il gruppo nei confronti dei componenti che parlavano meno? Come ha interpretato il loro silenzio (come una manifestazione di assenso, dissenso, disinteresse, paura, ecc.)?
5. Chi ha assunto la guida del gruppo? Perché? A vostro avviso,
l'interazione di gruppo può spiegare ciò che è accaduto9

Influenza

Influenza e partecipazione non sono la stessa cosa. Qualcuno può parlare molto poco, ma essere ascoltato attentamente dal gruppo; altri possono parlare molto senza però suscitare l'interesse dei colleghi.

6. Chi tra i componenti il gruppo è stato ascoltato attentamente quando ha
preso la parola?
7. Chi, invece, è stato ignorato dai colleghi?
8. Avete notato qualche cambiamento nell'influenza esercitata sul gruppo?
In quale direzione si è manifestato tale cambiamento?
9. Avete notato il nascere di rivalità? Di lotta per la leadership? Quali
effetti hanno avuto questi fenomeni sui componenti il gruppo?

Stili di influenza

L'influenza può assumere molte forme. Può essere positiva o negativa e cioè può guadagnare, a chi la esercita, il sostegno e la collaborazione degli altri, oppure alienarli. li modo in cui una persona tenta di influire sugli altri può rivelarsi un fattore di grande importanza nel determinare l'apertura o la chiusura di un dato componente alle influenze altrui.

10. Autocratico: qualcuno ha cercato di imporre la sua volontà o i suoi valori sugli altri membri dei gruppo o li ha costretti a sostenere le sue decisioni? Chi ha espresso valutazioni o giudizi sui colleghi di gruppo? Vi è stato qualche componente che ha bloccato l'azione del gruppo quando questa si svolgeva in una direzione diversa da quella che lui desiderava? Chi ha esercitato pressioni sui colleghi perché il gruppo “si organizzasse”?

11. Pacifista: chi ha sostenuto e caldeggiato le decisioni di un collega? Chi ha cercato costantemente di evitare conflitti o sensazioni spiacevoli buttando olio sull'acqua? Vi è qualche componente che ha un atteggiamento rispettoso nei confronti dei colleghi e delega loro il suo potere? Vi è qualcuno che evita di esprimere critiche negative e parla solo quando può complimentarsi con gli altri?

12. Lassista: vi è qualcuno manifestante disinteresse alla attività di gruppo? Vi è qualcuno che accetta passivamente le decisioni altrui senza prender partito in modo aperto e chiaro? Chi appariva disinteressato e distratto? Chi partecipava meccanicamente e solo se sollecitato dalle domande dei colleghi?

13. Partecipativo: chi ha cercato di far partecipare tutti alla discussione ed alla decisione del gruppo? Ci ha espresso le sue sensazioni e le sue opinioni senza però esprimere giudizi o valutazioni sui colleghi? Chi è sembrato accettare con atteggiamento costruttivo le critiche che gli altri gli muovevano? Chi ha tentato di utilizzare i conflitti come un modo per promuovere un positivo confronto di idee?

Procedure di decisione

Talvolta nel corso delle attività di gruppo vengono prese certe decisioni senza prestare la dovuta attenzione agli effetti che tali decisioni potranno avere sui componenti il gruppo. Alcuni membri tentano di imporre al gruppo le loro decisioni, mentre altri desiderano che tutti partecipino e condividano la responsabilità derivante dalle decisioni prese.

14. Qualcuno ha preso una decisione ed ha cercato di realizzarla senza preoccuparsi di controllare se i colleghi erano d'accordo? Quali effetti ha avuto questo comportamento sui colleghi?

15. Il gruppo è saltato da un argomento all'altro? Chi lo ha incoraggiato a comportarsi in questo modo? Questo fatto può essere giustificato dal processo di interazione che si è verificato all'interno del gruppo?

16. Chi ha sostenuto i suggerimenti e le decisioni dei colleghi? Questo sostegno ha avuto come risultato l'imposizione al resto dei gruppo di una soluzione di minoranza? Quali effetti ha avuto questo fatto sugli altri membri del gruppo?

17. Vi è qualche prova che la maggioranza abbia imposto la sua soluzione alla
minoranza, ad es. attraverso una votazione?

18. E' stato fatto qualche tentativo di indurre tutti i componenti a partecipare attivamente alla decisione? Quali effetti ha avuto ciò sui componenti il gruppo?
19. Qualcuno ha dato contributi o suggerimenti che sono stati ignorati dai
colleghi? Che effetto ha avuto ciò su colui che ha avanzato la proposta?

Comportamenti in funzione del compito

Illustrazione dei comportamenti con riferimento alla esecuzione del lavoro o alla realizzazione del compito che il gruppo ha di fronte.

20. Qualcuno ha posto domande o enunciato suggerimenti circa il modo
migliore di procedere per risolvere o affrontare il problema?

21. Qualcuno ha tentato di riassumere gli argomenti trattati nel corso della
discussione o i fatti che si sono verificati all'interno del gruppo?

22. Vi sono state richieste (o offerte) di fatti, opinioni, idee, sensazioni,
controreazioni, o tentativi di ricercare soluzioni alternative?

23. Chi ha aiutato il gruppo a stare in tema? Chi ha evitato che si saltasse da
un argomento all'altro o che il gruppo partisse per la tangente?

Funzioni di mantenimento

Queste funzioni sono importanti per il morale del gruppo. Servono a mantenere buoni e armoniosi rapporti di lavoro tra i componenti il gruppo ed a creare una atmosfera tale da permettere ad ogni componente di dare il massimo contributo. Assicurano un'attività di gruppo efficace e priva di attriti.

24. Chi ha aiutato gli altri a partecipare alla discussione?

25. Chi ha interrotto quelli che parlavano?

26. In che modo avviene lo scambio di idee tra i membri? Vi sono nel gruppo persone troppo preoccupate per seguire la discussione? Vi è qualche componente il gruppo che aiuta gli altri a chiarire le loro idee?

27. In che modo le idee vengono rigettate? In che modo reagiscono i partecipanti quando le loro idee vengono respinte? Vi è qualcuno che ha aiutato i colleghi quando questi respingevano una sua idea?

Nessun commento:

Posta un commento