mercoledì 19 settembre 2012

Il sesso nella seduzione



Il sesso nella seduzione viene utilizzato come esca
E' molto utile soprattutto nella seduzione da parte delle donne verso gli uomini usare il sesso nella seduzione come una sorta di specchio per le allodole.
Le allodole in questo caso sono gli uomini o maschi che non riescono a gestire facilmente gli impulsi sessuali.
Naturalmente il sesso non va fatto espletare.
Se viene concesso senza vincoli.
Gli uomini non si innamorano facendo l'amore ma desiderando di farlo.

Come devono utizzare il sesso donne e uomini nella seduzione.

Uso del sesso da parte delle donne

Devono concederne poco e stimolare molto.
La stimolazione deve avvenire utilizzando i cinque sensi:
vista, udito, tatto, olfatto e gusto.
Si devono produrre delle stimolazioni visive sessuali attraverso l'abbigliamento, cioè dei flash visivi che facciano intravedere, gambe, seno, posizioni provocanti.
Le stimolazioni tattili devono essere contatti, anche apparentemente casuali che stimolino le zone erogene secondarie.
le stimolazioni uditive vanno somministrate attraverso le vibrazioni erotiche della voce, abbinate a quelle olfattive di profumi inebrianti.
Il senso del gusto è più difficile da utilizzare soprattutto nella fase iniziale, in un secondo momento può essere la stimolazione tramite il bacio.

Queste stimolazioni di natura erotico sessuale vanno inviate in modo da creare attrazione ed eccitazione, senza poi dare la possibilità di farlo espletare.
In questo modo il desiderio prodotto produrre coinvolgimento e farà aumentare il potenziale di seduzione.

Uso del sesso da parte degli uomini

Gli uomini devono usare la sessualità come interruzione di schema.
Devono cioè interagire con la donna trattandola da amica, senza dimostrare interesse sessuale, in modo che questa si senta rifiutata come femmina e sarà quindi predisposta a concedersi per dimostrare a se stessa di essere attraente.
Dopo che si sarà concessa, non andrà cercata più di tanto in modo da aumentare in questa fase il potenziale di seduzione.


Per riuscire a mettere in atto queste strategie, dobbiamo non essere bisognosi ed avere delle credenze negative che possano limitarci.

Vediamo come gestire eventuali credenze negative


Ognuno di noi, dunque, limita se stesso attraverso le proprie credenze negative, bloccando il proprio potenziale che è infinitamente maggiore di quello che possiamo immaginare.
Per sbloccare questo nostro potenziale dobbiamo assumere come reale l’idea che tutti hanno queste credenze limitanti e che quindi sicuramente sono presenti anche in noi.
E’ fondamentale entrare in contatto con gli aspetti inconsci e distruttivi del nostro essere ma per far questo dobbiamo essere pienamente coscienti che ciò che crediamo a livello conscio in alcuni casi non è quello che pensiamo a livello inconscio e che quello che pensiamo essere vero su noi stessi, sulle altre persone, sulla vita o su qualsiasi altro tema, non necessariamente lo è.
Dobbiamo quindi essere disponibili a mettere in discussione tutto ciò che ora crediamo essere la verità, con apertura di mente e senza giudizio.
Ogni convinzione limitante è una risorsa potenziale, ogni volta che sostituisco una convinzione depotenziante con un’altra costruttiva, infatti, libero un nuovo potenziale in me e amplio le mie possibilità di scelta proprio nella direzione indicata dal costruttivismo.
Il nostro problema è che “siamo semi che si credono alberi: per questo non intravediamo le nostre immense possibilità di sviluppo e di crescita”.

Nessun commento:

Posta un commento