martedì 22 gennaio 2013

Le credenze: percorso di successo o di fallimento




Le credenze possono rappresentare un  percorso di successo o di fallimento. Ad esempio credenze negative sull'amore ci porteranno al fallimento sentimentale.
Le CREDENZE consistono in ciò che noi crediamo essere vero o falso, e derivano da interpretazioni di eventi o di azioni (Anthony Robbins, Come ottenere il meglio da sé e dagli altri).
Non sono gli eventi esterni della nostra vita a modellarci ma le nostre convinzioni sul SIGNIFICATO di tali EVENTI. 
L'autoipnosi è utilissima per crearci credenze positive e destrutturare quelle negative
FONTI DELLE CREDENZE:
1.EVENTI ACCADUTI
2.AZIONI E RISULTATI DELLE AZIONI
3.INFLUENZA AMBIENTALE
ELEMENTI COSTITUTIVI DI RIFERIMENTO
Sono delle rappresentazioni interne dell'individuo, reali o irreali, che generano, rafforzano o indeboliscono, distruggono le Credenze. Corrispondono a eventi accaduti, risultati, ambiente circostante.
Le credenze nascono da: GENERALIZZAZIONI INTERPRETAZIONI.
Le Credenze sono sensazioni di certezza; sono forze guida che ci indicano che cosa ci condurrà al dolore e/o al piacere.
La Credenza è il VANGELO: le Credenze vengono in genere espresse come una sorta di Vangelo personale, con espressioni quasi normative, del tipo "affetto e altruismo non esistono al di fuori della propria famiglia", oppure con le formule "quando ... poi ...", "se ... poi ...", tipo "quando sono sicuro di qualcosa niente potrebbe fermarmi". Si tenga presente inoltre che, essendo le Credenze delle assunzioni su ciò che "è o non è" vero, esse possono essere espresse sia positivamente che negativamente.
Le Credenze possono essere relative sia a macro-aree (la vita, il futuro, il destino, la gente, gli amici, ecc.), che micro-aree (abitudini, Credenze personali, ecc. del tipo "se non esco con gli amici almeno tre volte alla settimana mi sento depresso).
Le Credenze sono MENZOGNE. Le Credenze sono FILTRI DI INFORMAZIONI
Le Credenze hanno il potere di creare e di distruggere eppure:
·spesso non sappiamo ciò in cui crediamo
·spesso abbiamo credenze basate su fatti passati male interpretati
·dimentichiamo che ogni credenza è un'interpretazione
CAMBIARE CREDENZE:
-Associate dolore
-Ponete domande
-Dubitate di esse
-Sostituite

CREDENZE DEL SUCCESSO:
NON ESISTONO FALLIMENTI SOLO RISULTATI
L'UOMO NON E' UNA CREATURA DELLE CIRCOSTANZE, LE CIRCOSTNZE SONO UNA CREATURA DELL'UOMO
NOI SIAMO RESPONSABILI DI QUALUNQUE COSA CI ACCADE, NIENTE ACCADE PER PURO CASO
NOI SIAMO LA SOMMA DEI NOSTRI PENSIERI
NESSUN EVENTO E' TOTALMENTE NEGATIVO O TOTALMENTE POSITIVO.

Nessun commento:

Posta un commento