sabato 19 gennaio 2013

Tattica infallibile per scoprire le menzogne


Ecco una tattica infallibile per scoprire le 
menzogne molto utile in molte situazioni della vita, così come capire chi bluffa e dissimula.
  Se siete stanchi di subire le bugie, se volete imparare come capire le vere intenzioni di qualcuno, indurre chiunque a rivelarvi  che cosa ha davvero in mente in un paio di minuti, seguite la tecnica che sto per illustrarvi ,che vi permetterà di riuscire a leggere nella mente degli altri, e scoprire se c'è qualcosa che vi tengono nascosto.

La tattica vi permetterà in tempi brevissimi di sapere se l'interlocutore ha qualcosa da nascondere.
Come funziona? 

È la tattica della situazione simile.
Si basa sullo stesso principio del test di Rorschach,  il famoso test delle macchie di inchiostro simmetriche.
La teoria alla base del test è che l'interpretazione che una persona da di queste forme senza nessun significato, ne rivela i comportamenti e i pensieri inconsci.

La tecnica della situazione simile si basa sullo stesso principio utilizzandolo però  in modo del tutto nuovo: cioè in modo verbale .
Quello che bisogna fare è porre una domanda che non accusi un individuo di qualcosa, bensì alluda al fatto ,poi, semplicemente osservandone le risposte non verbali e verbali, potrete sapere se ha qualcosa da nascondere.
Immaginiamo, per esempio, che una donna sospetti il marito di avere una relazione con una collega.

In modo del tutto casuale, magari durante la cena,  potrebbe dire :"la sai l'ultima, credo che il mio capo abbia una relazione con una sua collega" 
Adesso non dovrà fare altro che osservare le sue reazioni emotive non verbali.
Se ne vuol sapere di più e si mostra interessato all'argomento con un buon margine di certezza può esser sicura che lui non stia facendo la stessa cosa.
Se invece inizia a raschiare a dare segnali di tensione, a grattarsi il naso, a cambiare postura, a manifestare imbarazzo e lo si vede desideroso di cambiare argomento allora è possibile che sia colpevole.
Sarà facile per la donna accorgersi di tale sincronico cambiamento di comportamento di atteggiamento e di scarichi di tensione non verbale.

Nessun commento:

Posta un commento