martedì 30 aprile 2013

Come deve sedurre una donna



Come deve sedurre una donna?
La seduzione è un argomento che riguarda persone , ambiente, stile di vita, comportamenti , capacità, modi di essere, diventa importante se ci da qualità maggiori nel vivere e piacere di vivere.
Fateci caso, è parte di noi quando stiamo bene e siamo contenti.
Non è così?
La vita stessa è seducente.
Quando siamo capaci di avere un attitudine positiva che ci aiuta a trasformare i problemi in occasioni di successo.
La seduzione è simpatia e fascino personale è quell'attitudine, quella capacità che esalta e mette in rilievo gli aspetti migliori di noi.


"Avere fiducia in un uomo e convalidare il suo punto di vista continua ad essere uno dei più grandi segreti della seduzione."

Maria Maddalena, il famoso personaggio dei Vangeli, è un
esempio. Per secoli e secoli è stata ricordata come una prostituta,
una cattiva ragazza trasformata dall’ Amore di Cristo. 
Tanto che molti storici e sociologi sostengono che la figura di Maria
Maddalena occupa un ruolo fondamentale nel mantenere viva la
crociata del Nazareno.
Mi pare di ricordare che Lei è citata come un personaggio forte e passionale che domina le vicende del Nuovo Testamento più di qualsiasi altra figura femminile.
In quanto a seduttrice, probabilmente il suo atto più intenso e definitivo è stato il suo credere in Lui.
Avere fiducia in un uomo e convalidare il suo punto di vista continua ad essere uno dei più grandi segreti della seduzione.

Ci sono molteplici direzioni che una donna può prendere nel
sedurre un uomo e tenerlo legato a sé. 

E la gamma di scelte è davvero immensa. Potete ammiccare o mandare messaggi vagamente allusivi, manipolare, lusingare, corteggiare apertamente o sopraffare le resistenze di un uomo. Potete prenderlo per la gola cucinando cene afrodisiache, ammaliarlo con abiti provocanti, invitarlo sommessamente sbattendo le ciglia o dondolando le anche.
La giusta strategia dipende sempre dalla situazione o dall’umore di entrambi e non esiste comunque una tecnica universale da applicare in tutte le situazioni.
Esiste però una sola via che una donna può percorrere per far sì
che tutte queste strategie portino risultati concreti.
La via consiste nello scoprire e manifestare la propria seduttrice interiore, e da questo punto di partenza decidere quale approccio è più appropriato e significativo.

Una volta scoperta la seduttrice che vive dentro di voi, potrete
attrarre chiunque.
Vi accorgerete che non appena una donna entra in contatto con la dea dell’eros che vive in lei, tutto ciò che deve fare è mostrare semplicemente interesse in un uomo per attrarre la sua attenzione.

domenica 28 aprile 2013

Tecnica dell'ancoraggio emozionale per il benessere



La Tecnica dell'ancoraggio emozionale per il benessere utilizza un ancoraggio cenestesico: tre dita.

Si tratta di una tecnica di autocontrollo emozionale  e gestione delle emozioni molto particolare, che si può utilizzare in una straordinaria varietà
di occasioni.
Utilizza il meccanismo dell’ apprendimento,
e delle associazioni.

Il meccanismo associativo è un po’ quello studiato dal fisiologo russo Ivan Pavlov
(1849 – 1936) che agli inizi del secolo scorso definì quelli che chiamò “riflessi
condizio nati ”.
Pavlov usava i cani per i suoi esperimenti: quando veniva loro presentato il cibo che
avrebbero poi mangiato, nello stesso tempo veniva suonata una campanella. Dopo un
po’, bastava suonare la campanella e subito ai cani veniva “l’acquolina in bocca”, che
per loro significava abbondanti colature di saliva dalla bocca: “Sbavavano” in modo
vistoso.
E questo senza che venisse fatto loro vedere il cibo: avevano “associato” il cibo e il
suono della campanella.

La prima cosa da imparare è quello che nel nostro gergo chiamiamo “andare a
livello”: è un modo spiccio per definire il nuovo stato di coscienza di cui ci impadroniamo:
andare ai livelli Alpha e Theta in stato di perfetta auto-consapevolezza. (andare
in Alpha e Theta lo sappiamo già fare tutti, lo facciamo ogni notte, il guaio è che si
dorme).
Questo nostro “andare a livello” è composto di tre fattori:
1. Portare il cervello a funzionare ai ritmi “alpha”.
2. Mettere in azione l’emisfero destro.
3. Portare la nostra personalità maggiormente verso il polo positivo.

Come si fa a “imparare” qualcosa?
La capacità di apprendere a fare cose nuove è una prerogativa di tutti gli esseri viventi,
sicuramente tutti gli animali, forse persino anche qualche vegetale.
Avete certamente assistito a spettacoli del circo equestre: vediamo per esempio l’elefante
che si siede su uno sgabellone, lo sguardo dell’animale sempre concentrato sul domatore,
che tiene in una mano una frusta, e con l’altra mano, a esercizio concluso, si fruga
nella tasca ed estrae una minuscola nocciolina, che infila nella bocca del bestione.
E questo immenso pachiderma mostra un’inusitata gioia per il misero premio.
Altri si servono di un cane a trovare i preziosi tartufi nascosti profondamente sotto terra:
Affinché impari a trovare il tubero, il cane viene nutrito per un certo periodo con cibo
cui viene mescolato un po’ di tartufo; quando l’animale avrà associato il profumo (qualcuno
lo chiama puzza) di tartufo con il cibo, viene portato a scorrazzare nei boschi: non
appena il suo finissimo olfatto percepisce quel sentore, il cane si mette a scavare, e alla
fine dell’estrazione del tubero riceverà come premio un bocconcino di pane, affinché
non cessi l’associazione “profumo di tartufo = cibo”
La parola – chiave è “associazione”
Le due cose: cibo e profumo di tartufo vengono indissolubilmente legate tra di loro nei
circuiti neuronali del cervello.
Altre volte l’associazione è meno gradevole, il cane da difesa personale deve sedersi immediatamente
al comando del padrone: se non lo fa, sa che riceverà una frustata : l’associazione
non obbedire = frustata è molto meno piacevole che obbedire = pre mio , ma
funziona altrettanto bene.



Questo meccanismo dell’associazione di due cose che non hanno alcun nesso tra di loro,
ha infinite applicazioni: possiamo addirittura associare la vista di una persona antipatica
con qualcosa di fisico, tipo irrigidimento della glottide, per cui se dovete parlarle la
vostra voce suona in modo diverso dal solito.
Questo esempio che vi ho offerto è un po’ in caso estremo, ma ci sono tanti casi di
sensazioni sgradevoli che provate in certe determinate circostanze, di questo ne riparleremo
ancora più avanti.
Ritorniamo alle nostre Tre Dita: Associamo uno stato generale della nostra mente, ovvero il famoso nostro “livello”, con un gesto fisico: il contatto delle tre dita pollice, indice, e medio.
Questo meccanismo lo potrete creare e rinforzare facendo svariati esercizi che potrete
inventare voi stessi: quando andate a livello nella vostra pratica quotidiana, potete
applicarvi di tanto in tanto a rinforzare il meccanismo:
Mentre siete a livello, unite le tre dita della mano destra o sinistra, se vi piace di entrambe
le mani, e mentalmente vi direte: “ogni volta che unisco le dita in questo modo,
sarò a livello.”
Ormai sapete che il “livello” significa la contemporanea presenza dei seguenti fattori:
Cervello a riposo
Corpo rilassato
Mente rilassata
Attitudine positiva.
Con la pratica, quando siete esperti, potrete essere a livello anche con gli occhi aperti, in
condizioni normali: potete parlare, ascoltare gli altri, camminare, guidare l’auto, insomma,
fare quello che state facendo senza bisogno di mettervi seduti, chiudere gli occhi
e restare immobili.
Il “livello” ormai è diventato essenzialmente una condizione del vostro essere, ovvero
calmi , rilassati e positivi ripetendo anche mentalmente la frase:

“Ogni giorno, in ogni modo, io miglioro di bene in meglio.”

E questo lo potere richiamare e creare in voi quando unite le tre dita.

sabato 20 aprile 2013

Come vivere felici scoprendo le convinzioni limitanti



Come vivere felici scoprendo le convinzioni limitanti?
“Che tu creda di farcela o non farcela avrai comunque ragione”
Henry Ford

Quante e quali etichette abbiamo?
Quante e quali sono le etichette abbiamo attaccato alla nostra identità? Pensiamo di non averne? Ragione di più per verificare…
Siamo davvero pieni di convinzioni, di tutti i tipi.
Alcune di esse ci dicono silenziosamente che non siamo abbastanza capaci o abbastanza importanti, altre che non possiamo essere amati, altre ancora che i sogni sono solo sogni e non si avverano, che la vita è dura e bisogna lottare per sopravvivere, che la gente è cattiva e non ci si può fidare di nessuno, che essere felici è da egoisti o che se siamo troppo felici potrebbe succederci qualcosa di brutto, ecc.
Crediamo a quello che ci hanno detto i nostri genitori, i nostri insegnanti, la Chiesa, ecc., spesso abbiamo passivamente accettato i loro valori senza neppure porci il problema se tutto questo appartenesse realmente anche a noi.
Conviviamo con la falsa convinzione che noi conosciamo già la verità.
Come primo compito allora dobbiamo rimetterci in discussione per comprendere, senza giudicare, che cosa ci appartiene e che cosa no, e che cosa ci sta trattenendo dall’essere la persona che desideriamo essere.
La ricompensa ripagherà con gli interessi il nostro sforzo: la promessa è infatti quella di creare consapevolmente il nostro destino.
Da dove iniziare?
Come accennato in precedenza, può essere utile iniziare ad esaminare un’area della nostra vita in cui non ci sentiamo soddisfatti (soldi, lavoro, famiglia, amici, ecc.) e chiederci quali siano le nostre convinzioni su questo argomento, ricordando che i nostri pensieri sono magneti e che se stiamo vivendo qualcosa che non desideriamo sicuramente abbiamo qualche convinzione che attira questa situazione.
Che cosa crediamo per sperimentare questa situazione indesiderabile? Una volta individuata la convinzione che sta alla base dell’esperienza che desideriamo cambiare possiamo chiederci quale potrebbe essere la convinzione sostitutiva potenziante in grado di attirare un’esperienza positiva per noi.
Quando comprendiamo che sono i nostri pensieri e le nostre convinzioni a determinare quello che viviamo siamo sulla strada giusta per impadronirci della nostra vita.
Verificare che le nostre convinzioni siano in allineamento con le esperienze che desideriamo avere è fondamentale: ad esempio credere che non abbiamo mai abbastanza soldi non è in allineamento col creare prosperità e, anche se in quel momento è assolutamente vero che siamo senza soldi, è più produttivo credere che in qualche modo il denaro di cui abbiamo bisogno ci arriva sempre.
Questo non è illudersi: è aprire la mente a nuove possibilità e a cogliere tutte le opportunità che si possono presentare nella direzione del nostro obiettivo.

martedì 16 aprile 2013

Invito al CORSO COMUNICAZIONE EMOZIONALE E SEDUZIONE ANALOGICA TORINO 24 APRILE





Invito al CORSO COMUNICAZIONE EMOZIONALE E SEDUZIONE ANALOGICA

(secondo il metodo dell'Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)



Conduttore: 

Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)

SEDE: TORINO, VIA NIZZA 102 C/o UISP


DATA : Mercoledi' 24 APRILE 2012 ore 21

COSTO: 20 e 

PRENOTAZIONE VIA MAIL A 


centrostudicomunicazione@yahoo.it


PROGRAMMA DEL SEMINARIO


TIPOLOGIE COMPORTAMENTALI


Le chiavi di accesso comportamentali: come decodificare in tempo reale le esigenze comportamentali: come mi devo comportare per coinvolgere

Tipologia comportamentale
Come abbattere la conflittualità ed il rancore

Coinvolgere  gli altri in qualunque circostanza anche in quelle con ostacoli e vincoli

SEDUZIONE ANALOGICA



 Come adeguare la strategia comunicazionale alle necessità analogiche dell’interlocutore per ottenere consenso

Gestione del rifiuto Come non abbattersi di fronte ad un rifiuto.
 



Nella vita non esistono fallimenti, ogni situazione ti fornisce una valida esperienza su cui basare l'azione successiva. 


CAPIRE LA MENZOGNA


Imparare a decodificare in tempo reale micro segnali analogici ed emozionale della menzogna  e come gestirli per capire le reali intenzioni dell'interlocutore. 


COME TRATTARE PERSONE DIFFICILI ED OSTILI PER COINVOLGERLE

RAPPORTO DI SINTONIA:

. Entrare in sintonia istantanea con chiunque in qualsiasi contesto

· Come ricalcare le persone nella comunicazione, nella cultura e nelle emozioni.

-Mirroring verbale e non verbale

-Scoperta ed utilizzo dei canali comunicativi

· Come capire gli altri e farti capire in ogni discorso che sia interessante.

-Elicitazione ed utilizzo di valori e credenze

· Come convincere delle tue idee attraverso tecniche avanzate di ricalco.

-Elicitazione ed utilizzo delle strategie decisionali e d’innamoramento

-I Metaprogrammi

COSTRUZIONE DELL’IMMAGINE DEL SE:

Siamo ciò che pensiamo :

. Atteggiamenti seducenti e vincenti nelle relazioni interpersonali

· Come utilizzare l’immaginazione per un’immagine positiva e seducente · Come utilizzare la fisiologia del corpo: diventare attraenti superando la timidezza e l’insicurezza ed eliminando rigidità e contrazioni

· Presa di coscienza dei punti di forza e di debolezza della propria fisicità

· Imparare a valorizzare i punti di forza ed a migliorare la propria immagine


Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro



L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.

martedì 2 aprile 2013

Corso Di Seduzione Emozionale per Gestire le Relazioni Affettive e Coinvolgere nei Sentimenti e nelle Relazioni (Torino 10 Aprile)





Corso Di Seduzione Emozionale per Gestire le Relazioni Affettive e Coinvolgere nei Sentimenti e nelle Relazioni (Torino 10 Aprile)


(secondo il metodo dell'Ingegneria della Seduzione per raggiungere il successo in ambito sentimentale e lavorativo)


Conduttore ed organizzatore: 

Massimo TARAMASCO (Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione Autore del best seller INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE-ed. Anteprima -Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master)

DATA : Mercoledi' 10 Aprile  2012 ore 21
SEDE: TORINO, VIA NIZZA 102 C/o UISP
COSTO: 20 e 
PRENOTAZIONE VIA MAIL A 

centrostudicomunicazione@yahoo.it


Argomenti del modulo:


GESTIONE DI DESIDERIO/POSSESSO


E' importante capire quanto e come sono le esigenze emotive di desiderio e possesso perché ci permette di dosare in modo appropriato quanto dobbiamo dire o dare e se dobbiamo porre vincoli ed ostacoli ed in quale misura per produrre desiderio ed attrazione


Ci sono persone che tendono a desiderare  in quanto ha un vincolo al possesso che gli impedisce di possedere  ciò che vogliono e li costringe a vivere un continuo stato di desiderio.


Al contrario, ci sono persone che hanno l'esigenza emotiva di possedere rapidamente in quanto hanno un vincolo al desiderio che gli impedisce di desiderare .


COSTRUZIONE DELL’IMMAGINE DEL SE: 

Siamo ciò che pensiamo :


. Atteggiamenti seducenti e vincenti nelle relazioni interpersonali


· Come utilizzare l’immaginazione per un’immagine positiva e seducente · Come utilizzare la fisiologia del corpo: diventare attraenti superando la timidezza e l’insicurezza ed eliminando rigidità e contrazioni 


· Presa di coscienza dei punti di forza e di debolezza della propria fisicità


· Imparare a valorizzare i punti di forza ed a migliorare la propria immagine 


GESTIONE EMOTIVA DEL RAPPORTO RELAZIONALE

Imparare a gestire emotivamente ogni fase del processo di innamoramento Ti permetterà da un lato di raggiungere i tuoi obiettivi sentimentali, dall'altro di mantenere viva nel tempo la passione evitando che la relazione scada nella noia e nell'abitudine


Vi verranno insegnate tecniche innovative ed estremamente efficaci che vi permetteranno di superare molte difficoltà della vita, come relazionarsi in modo coinvolgente con l’altro sesso, coinvolgere emotivamente il potenziale partner o il partner attuale, relazionarsi efficacemente con superiori, collaboratori e colleghi, superare un esame o riuscire brillantemente ad un colloquio di lavoro




L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”.