sabato 15 giugno 2013

Tutte le donne sono lesbiche potenziali?



La complicità che può instaurarsi tra due donne è molto forte e travolgente, il più delle volte, perché ci si penetra l’anima ancor prima del corpo. Ed è così, per esempio, che una donna si trasforma in una amica intima e poi in amante e compagna.
la maggior parte delle donne sarebbe infatti bi-sessualmente curiosa di natura, ovvero attratta da persone dello stesso sesso. E più si sale d’età e più evidente ed esplicito diventa questo desiderio di sperimentazione.

Questa la conclusione a cui sono giunti due diversi studi riguardanti l’attrazione femminile: il primo, condotto dalla Boise State University dell’Idaho su 484 donne etero, ha evidenziato il 60% di  risposte affermative alla domanda “siete sessualmente attratte da un’altra donna?”, con il 45% che ha ammesso di aver baciato un persona dello stesso sesso e il 50% di averci sessualmente fantasticato sopra.
Moltissime donne che si considerano “assolutamnete eterosessuali” in realtà vivrebbero molto meglio se provassero l’amore lesbico (se solo ne avessero l’opportunità o il coraggio, come dice lei). Leggendo la tua lettera starà esultando. Mie amiche e loro teorie a parte, mi sembra che tu abbia già deciso. Hai già deciso di“rischiare” su tutti i fronti.
Le donne sposate da tanti anni, o le ragazze che hanno sempre avuto un ragazzo, se arrivano ad avere un rapporto sessuale (e sentimentale) con una donna non rimangono quasi mai deluse, nonostante possano rimanere, questo sì quasi sempre, confuse.
Rischio 1: come pensi che prenderebbe il tuo compagno “con cui va tutto benissimo” eventuale relazione? Sono corna comunque, “invertendo” il sesso dell’eventuale amante il risultato non cambia. Rischio 2: evidentemente l’attrazione che provi per questa donna è davvero fortissima, ma c’è un cartello grosso quanto me che lampeggia e dice “attenzione! Delusione dietro l’angolo.” Voglio dire: questa signora ti ha lanciato dei “segnali”? E, se no da quanto capisco, sei preparata al rifiuto anche un po’ scocciato, se non, purtroppo, scioccato? Rischio 3: la signora gradisce, vi innamorate o più semplicemente nasce una storia di sesso che vi travolge e vi riempie la vita. Sarai onesta con te stessa o anche allora, come molte donne che scoprono l’amore per altre donne ma non riescono ad accettarlo neanche di fronte all’evidenza, ti dirai “non sono lesbica?”
Non c’è nulla di male e nulla di strano se due donne hanno rapporti intimi, dobbiamo avere chiaro questo principio e cercare di superare i messaggi negativi e limitanti che ci portiamo dentro, magari a causa di una educazione sessuale rigida e bigotta, diciamolo.
Nelle lesbiche l'origine dell'omosessualità è probabilmente dovuta ad  Ostilità verso il padre: nelle femmine un forte rifiuto od ostilità verso la figura paterna può essere alla base di una successiva ostilità verso i maschi. Ad esempio un rifiuto paterno nei confronti della figlia, indurrebbe la stessa ad alimentare una marcata ostilità nei confronti del sesso opposto (con il quale il soggetto potrebbe anche identificarsi ).
5 Rispetto agli aspetti della personalità, potrebbe prevalere forte narcisismo, che promuove una ricerca della propria identità sessuale attraverso un rispecchiamento nella partner.
6 Alcune teorie psicosociali (al loro centro le esperienze di un individuo e il modo, positivo o negativo, in cui esse vengono vissute) rilevano che l’orientamento sessuale -in senso etero o omosessuale- dipenderebbe dal fatto che nel corso dell’infanzia alcune situazioni, esperienze e iniziative sono state premiate, disincentivate o punite.
Personalmente ritengo l’omossessualità un gusto, una passione, una scelta di vita, ed è giusto viversela come si crede, indipedentemente da qualsiasi teoria che la possa spiegare…c’è un vissuto e c’è un presente, il passato è andato…e forse in piccola misura può aver contribuito a formare ciò che siamo nel presente (omosessuali, amanti della natura, cinofili, cinefili…), ma ciò che vale è il presente, luogo in cui è assoutamente importante per il nostro benesere riconoscere chi siamo, accettarlo e godere di tutto ciò che ci fa sentire vivi e felici.

Nessun commento:

Posta un commento